Home

Una mostruosa tempesta su Urano rilevata dal W. M. Keck Observatory

Ormai ne abbiamo la conferma, il tempo è imprevedibile su qualsiasi pianeta, non soltanto sulla Terra ma gli astronomi che lavorano a W. M. Keck Observatory, sull'isola di Hawaii, sono rimasti ugualmente sorpresi dalla comparsa di giganteschi sistemi vorticosi sul lontano pianeta Urano.Quando la sonda della nasa Voyager 2 sorvolò il pianeta nel lontano 1986, avvicinandosi a 81.800 chilometri dalla superficie, vide solo una manciata di nubi scure (qui a sinistra un time-lapse che mostra il movimento delle nuvole in atmosfera nell'arco di 4,7 ore, il 14 gennaio 1986).

Ma quando Urano si avvicinò al suo equinozio nel 2007, ossia quando il Sole era alto sopra l'equatore, si svilupparono anche grandi tempeste che, tuttavia, svanirono rapidamente.Urano ha un periodo orbitale di 84 anni con un'inclinazione assiale di 97,77 gradi sul piano dell'orbita. Di conseguenza, uno dei due poli è diretto verso il Sole per metà dell'orbita, e per la successiva metà dell'orbita cadrà nella zona in ombra, ossia, sui poli si alternano 42 anni di luce e 42 anni di buio.Dall'equinozio del 2007, noi vediamo solo il polo nord del pianeta.Negli utili giorni, però, sono comparse altre tempeste brillanti, tra cui una veramente imponente.Entrambi le immagini in apertura sono state scattate, in una lunghezza d'onda di 1,6 micron, da Imke de Pater (UC Berkeley), Larry Sromovosky e Pat Fry (U. Wisconsin) e Heidi Hammel (AURA) utilizzando la fotocamera NIRC2 con ottiche adattive montata sul telescopio da 10 metri Keck II."Questa caratteristica estremamente brillante che abbiamo osservato il 6 AGOSTO 2014 mi ricorda una tempesta simile che abbiamo visto nell'emisfero meridionale di Urano nel corso degli anni che hanno preceduto e durante l'equinozio", ha detto Imke de Pater, professore all'Università di Berkeley.La macchia luminosa a cui si riferisce de Pater era conosciuto come il "Berg", perché era visibile appena sotto la foschia polare e somigliava un iceberg.Il Berg oscillava alle latitudini meridionali tra i 32 e i 36 gradi nel 2000, ma forse risaliva all'epoca Voyager (1986). Nel 2004 era diventato molto più luminoso; nel 2005 aveva iniziato a migrare verso l'equatore ed era diventato un sistema tempestoso molto potente. Nel 2009, quando si trovava a pochi gradi dall'equatore, aveva iniziato a dissiparsi.L'attuale tempesta è anche più luminosa del Berg.La sua morfologia è piuttosto simile e il team sospetta che sia legata ad un vortice con radici più profonde nell'atmosfera.Dalle immagini nel vicino infrarosso, la squadra ha stabilito che la tempesta deve aver raggiunto la parte alta dell'atmosfera. L'altitudine precisa deve ancora essere calcolata ma il team si aspetta che arriverà fino alla tropopausa."Anche dopo anni di osservazione, una nuova immagine di Urano dal Keck Observatory mi fa fermare e dire Wow!", racconta Heidi Hammel, membro del team di osservazione.
Fonte AliveUniverse

Consigli di Google

D2R PLAYER

METEOSAT LIVE

Google ADS

Globe Visitors

 
Discovery 2 Spazio, Ancona, Italy, per qualsiasi informazione 339.666.60.70

<

La Luna oggi

CURRENT MOON

Who's Online

Abbiamo 1288 visitatori e nessun utente online

 

Space: the final frontier. These are the voyages of the starship Enterprise. Its five-year mission: to explore strange new worlds, to seek out new life and new civilizations, to boldly go where no man has gone before.

SITO DEDICATO A LAIKA

Questo sito è dedicato alla cagnetta Laika, probabilmente la prima creatura ad andare nello spazio. CLICCA Qui per la storia
Chiunque conosca un cane e abbia  visto gli occhi di Laika mentre la insaccavano dentro la sua gabbia, sa di che  cosa è morta quella cagnetta, è morta di paura e di solitudine. E' morta sognando i vicoli di Mosca, il branco  dei randagi e i gatti che non avrebbe più rincorso, la mano di quegli uomini ai  quali si era sicuramente affezionata, senza sapere quello che loro stavano  preparando per lei.... Altro articolo

 

Donaci un euro con PayPal

Anche un semplice euro per noi significa tanto. Con PayPal o richiedi il numero di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.